Immagine
 copertina... di Admin
 
"
Il resto vi verrà chiaro lungo il cammino – aggiunse in fretta il vecchio – Leon, ricordati che il Cuore ama, non condanna. Matt, la Mente sa fare giuste domande ma raramente trova buone risposte. Joshua, la Fantasia non deve mai dimenticare la realtà. E tu Sfaira, tu sarai l’unica in grado di comprendermi”.

Setalux
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Simona (del 07/07/2012 @ 19:36:01, in Flying on line, letto 1118 volte)

Quando arriva l’estate i ragazzi di Flying vanno al mare, suonano all’aperto, giocano a baseball, fanno vacanze studio, fanno stage di cucina, forse un pochino leggono, ma soprattutto si godono ogni singolo giorno senza scuola.
Prima di buttarsi appieno nelle loro vacanze, però, i ragazzi di Flying hanno preparato il nono numero della rivista.
Tra sport, videogiochi, cucina e libri, la nostra redazione Under 16 ci spiega cosa c’è di bello nella matematica, qual è la moda dell’estate, come nascono i miti e perché ancora oggi bambini – e adulti – di tutto il mondo si appassionano alle figurine.
Sul blog di Flying anche il resoconto dell'incontro che li ha visti protagonisti a Mare di Libri.
Buona lettura, magari sotto l’ombrellone!

 

Flying nasce dal corso di giornalismo dedicato a ragazzi delle medie e superiori che io e Loris Pironi teniamo presso l'associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini.
Per informazioni
simonalenic@libero.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 16/06/2012 @ 09:17:56, in Letture e spettacoli, letto 1415 volte)
Un laboratorio all’insegna dell’allegria, dedicato a tutti “quelli che amano sorridere di se stessi e ridere con gli altri”.
L’associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini ospita nei suoi spazi un corso teatrale di base rivolto agli adulti, condotto dall’attrice e regista Stefania Succitti. A darle una mano ci sarò anch’io!
Il corso avrà inizio martedì 19 giugno, e proseguirà ogni martedì, dalle 20.30 alle 22, per un totale di 10 incontri.
Costo dell’intero corso 80 euro.
Per informazione Stefania: 335.8351487 o stefania-succitti@alice.it
Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 15/06/2012 @ 22:45:03, in I miei articoli su Fixing, letto 1333 volte)

 

Prima del solstizio d’estate si potrà viaggiare nello spazio, guardare la terra da lontano e scoprire se davvero è come la fanno vedere nei film. Si potrà anche essere corsari, solcare i mari con una benda sull’occhio, conoscere pirati e filibustieri, e chissà quali tesori si troveranno alla fine del viaggio. Si potrà anche conoscere una redazione di ragazzi giovanissimi, che hanno in mano il destino dell’informazione, in un mondo corrotto dove ormai le notizie sono pilotate e appositamente impacchettate. Prima del solstizio d’estate a Rimini ci sarà la quinta edizione Mare di libri, il festival dei ragazzi che leggono (e degli adulti che ancora amano le storie). Dal 15 al 17 giugno adolescenti di tutta Italia, da Udine a Catanzaro, si daranno appuntamento nel centro storico di Rimini. Li vedrete tutti presi a discutere di un libro sulle scalinate di piazza Cavour. Li vedrete spostarsi in bicicletta da un incontro all’altro lungo le stradine del centro. Vedrete gruppi di ragazzi accompagnati da una manciata di adulti per andare a conoscere i loro autori più amati. Alcuni si posizioneranno ordinatamente in fila indiana per rivolgere domande a Umberto Guidoni, il primo astronauta italiano (venerdì 15 giugno, ore 18, teatro degli Atti). Altri si aggiusteranno bene sulla sedia per ascoltare “La vera storia del pirata Long John Silver” raccontata da Björn Larsson (domenica 17 giugno, ore 11.30, Sala del Giudizio, Museo della Città). Altri ancora faranno la fila per avere l’autografo di Pierdomenico Baccalario, ideatore e scrittore della collana Typos: romanzi rivolti ai più giovani e dedicati al mondo dell’informazione (domenica 17 giugno, ore 15, Sala del Giudizio, Museo della Città). E poi chi correrà ad ascoltare Lorenza Ghinelli, per scoprire una Rimini nascosta e a tratti inquietante (venerdì 15 giugno, ore 16.30, Cortile della Biblioteca Gambalunga, con la partecipazione di Marco Missiroli, altro importante scrittore riminese). Chi si sdraierà sull’erba del Parco Marecchia per un pic-nic letterario. Chi si siederà per terra pur di assistere all’incontro di Aidan Chambers, lo “scrittore per giovani adulti” per eccellenza (venerdì 15 giugno, ore 14.30, Sala del Giudizio, Museo della Città). C’è chi non andrà a dormire pur di essere al mare alle 5 del mattino, per un’Alba d’inchiostro che vede protagonista la scrittrice Angela Nanetti (sabato 16 giugno, Bagno Tiki 26). E c’è chi pur non essendo più un ragazzo da un bel pezzo non si perderà l’incontro con il giallista Marco Malvaldi (sabato 16 giugno, ore 11.30, Sala dell’Arengo). E poi ancora incontri, teatro, aperitivi e colazioni con l’autore, cacce al tesoro e maratone di letture.

Come fare un festival in tempo di crisi
“In questi anni il Festival è cresciuto molto – spiega a Fixing Alice Bigli, presidente dell’associazione culturale Mare di Libri – Il pubblico è aumentato e anche il numero di eventi. Ma la soddisfazione più grande sta nella crescita della qualità del programma, che ogni anno ospita autori sempre più importanti. Inoltre è cresciuta anche la risposta delle collaborazioni sul territorio: sia da parte del pubblico che del privato c’è un’attenzione e una partecipazione che va anche al di là del festival”. Traguardi non facili per un festival inaugurato proprio quando la crisi è iniziata. Una crisi che sembra ancora più profonda in campo editoriale. “È un mercato che arranca ma il settore che tiene di più è proprio il settore ragazzi - sottolinea Alice - Una recente indagine ha sottolineato come il modello di lettore forte in Italia sia una ragazza di 13/14 anni: prestare attenzione ai lettori adolescenti è quindi fondamentale, soprattutto contando che l’incontro fatale con il libro avviene proprio a questa età”.
Ma quali sono i costi di un festival che ha in programma più di trenta eventi e ospiti internazionali?
“Con circa 35 mila euro di budget Mare di Libri è uno dei festival più economici d’Italia - precisa l’organizzatrice - Nel nostro piccolo facciamo grande attenzione alle risorse: è un modo di lavorare che viene apprezzato, tanto che nonostante la crisi in questi anni i nostri sponsor sono aumentati invece di diminuire. Il fatto è che ci sono tanti tagli alla cultura ma anche tanti sprechi che infastidiscono cittadini e investitori: i tagli sono inutili, mentre con maggior attenzione alle risorse si potrebbe fare tanto”. Da Mare di Libri parte così una proposta per affrontare la crisi: “Accogli la sfida, fai attenzione alle risorse, e quando uscirai dalla crisi avrai qualcosa in mano”.

Il programma completo su www.maredilibri.it.
Mare di Libri è organizzato dalla libreria Viale dei Ciliegi 17, in collaborazione con Rizzoli.

Da Fixing n.23


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 12/06/2012 @ 18:06:38, in Diario, letto 1789 volte)

Per tutta l’estate dovrò fare a meno del mio amico Gabri, che se ne è andato a Martha’s Vineyard, l’isola dove hanno girato Lo Squalo, dove Obama va a riposarsi e dove le star hollywoodiane girano indisturbate - e irriconoscibili – senza trucco e tacchi.
Cosa è andato a fare là? A insegnare il dialetto romagnolo, naturalmente! Ma anche, spero, a esportare – e scrivere - le storie sconosciute della sua Barafonda. E poi guardare l’orizzonte e scorgere l’isola di Nantucket, e sentirsi un po’ Achab, perché tutti siamo un po’ Achab e tutti abbiamo la nostra balena bianca… Solo una se siamo fortunati…
Non vedo l’ora che torni, e mi racconti come appare il mondo quando passi un’estate con i piedi a bagno nell’Oceano. A me la prospettiva cambia anche solo quando li bagno in una pozzanghera…
In attesa del ritorno leggo cosa gli succede sul suo blog, “Un jeans e una maglietta. Cronache dall’isola di Martha’s Vineyard”.
Lacio drom, Gabri!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 11/06/2012 @ 11:32:00, in Flying on line, letto 1128 volte)

I ragazzi di Flying non si fermano mai.
 Hanno scelto i loro argomenti, hanno scritto i loro articoli e ora si preparano a presentare gli scrittori Pierdomenico Baccalario e Guido Sgardoli, ospiti a Mare di Libri – festival dei ragazzi che leggono - domenica 17 giugno alle 15, alla Sala del Giudizio del Museo della Città di Rimini.
In attesa dell’uscita del nono numero della loro rivista, la redazione Under 16 del magazine “che esce solo quando ne ha voglia” sta lavorando sulla collana “Typos”, una serie di romanzi per ragazzi che hanno come tema centrale l’informazione e sono ambientati in un futuro non troppo lontano. In un mondo dove l’informazione è controllata e pilotata, i ragazzi che fanno parte dei Typos cercano di raccontare come stanno davvero le cose, indagando, sfidando il potere dei più forti e non preoccupandosi troppo di mettersi nei guai…
I ragazzi di Flying apriranno l’incontro di domenica presentando il proprio giornale e il blog correlato, e introdurranno poi gli autori che saranno intervistati dal giornalista e autore Federico Taddia.
Del primo volume della collana Typos si parlerà anche su Flying n.9, nella rubrica dedicata ai libri.


Flying nasce dal corso di giornalismo rivolto a ragazzi delle medie e delle superiori, che ogni anno io e Loris Pironi teniamo all’associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 06/06/2012 @ 17:14:38, in Letture e spettacoli, letto 1339 volte)

Da cosa nasce cosa, si sa. Ma a volte succedono cose strane, e le storie diventano avventure e a raccontarle sono i bambini, e ad ascoltarle sono soprattutto gli adulti. E allora "Da rosa nasce rosa”… Uno spettacolo teatrale ideato e diretto da Stefania Succitti, in conclusione del corso di teatro dell'associazione culturale Laboratorio di Myriam di Rimini. In scena un gruppo di vivacissimi bambini delle elementari, nel primo atto, e un gruppo di simpaticissime adolescenti, nel secondo atto.
“Da rosa nasce rosa” è una favola, che parte da un mondo di giocattoli e natura, un mondo dove delle piccole creature inteneriranno il cuore di un vecchio burbero (e degli spettatori). Una favola che nel secondo atto ci catapulterà ai giorni nostri, tra manichini e centri commerciali, alla scoperta di qualcosa che non si compra e non si vende.
I ragazzi ce la stanno mettendo tutta per regalare un momento d’allegria. I tecnici audio e luci, Niccolò Montini e Maurizio "Muro" Vettraino, sono già in postazione. La regista Stefania Succitti sta dando le ultime indicazioni. E io ho dato il mio contributo scrivendo i testi. Se volete venire a trovarci l’appuntamento è domenica 10 giugno, alle 18, al Mulino di Amleto di Rimini.

Il costo del biglietto è di 5 euro per gli adulti e 3 euro per i bambini.
Per i
nfo Laboratorio di Myriam 0541.24138

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 29/05/2012 @ 22:58:50, in Progetti per le scuole, letto 1681 volte)

"La fantasia è solo un diverso modo di guardarela realtà"
Joshua in Setalux

Questo progetto - rivolto non solo ai ragazzi ma anche agli adulti - nasce dalla constatazione che l’elemento fantastico possa essere utilizzato non come estraniazione dal reale, ma come un diverso punto di vista da cui osservare e raccontare la realtà.
L’incontro offre ai partecipanti l’occasione di parlare di scrittura, di come concretamente nasca una storia o un personaggio, e di come un plot riesca poi a svilupparsi in un racconto o – perché no – in un libro. Ma non solo. L’incontro sarà strutturato come un vero e proprio laboratorio, dove protagonisti saranno i partecipanti che - armati di carta e penna - verranno guidati nella creazione di storie originali.
Info simonalenic@libero.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 29/05/2012 @ 22:54:56, in Progetti per le scuole, letto 3286 volte)

"Anziani fatti di pagine" è un progetto di lettura e scrittura rivolto ai bambini delle elementari.
Un lavoro sulla memoria per riscattare il grande valore che gli anziani - e le loro esperienze - hanno nella società, ma anche per far capire ai ragazzi quanto sia fondamentale il valore del ricordo e dell’ascolto di questi ricordi.
Gli anziani sono pezzi di storia vivente, capaci di raccontare e farci rivivere anni che noi non abbiamo mai visto. Ma gli anziani sono anche il presente perché hanno in loro la forza di comunicare, di tramandare e di insegnare ai più giovani ciò che loro ancora ignorano.
Il dialogo tra generazioni è l’obiettivo di questo laboratorio.
Info simonalenic@libero.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 29/05/2012 @ 22:39:25, in Progetti per le scuole, letto 1201 volte)

 

Questo progetto - rivolto ai ragazzi delle medie e del biennio delle superiori - prevede la lettura, in classe o individuale, del mio romanzo "Setalux", e un incontro tra me e i ragazzi per parlare del libro e del mestiere di scrivere.
L'obiettivo è stimolare la lettura e l’approfondimento di un testo grazie a al coinvolgimento in prima persona degli studenti che – prendendo spunto dal libro – dovranno realizzare una creazione originale (che può spaziare dal racconto a una performance o un video).
Inoltre, il libro affronta temi importanti per i ragazzi come la scuola, la famiglia, l’amicizia, il rapporto con culture diverse dalle proprie, offrendo lo spunto per discussioni in classe, favorendo un dialogo tra ragazzi e insegnanti e un incontro tra generazioni diverse.
Per info simonalenic@libero.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 14/05/2012 @ 10:19:19, in I miei articoli su Fixing, letto 1299 volte)

È affidato a un pacchetto di Nazionali il compito di accogliere i lettori di “Dizionario delle cose perdute” di Francesco Guccini. Il marchio delle sigarette è proprio in copertina, quasi a dirci che un tempo si poteva fumare dove si voleva. Era un tempo in cui il letto si scaldava con il prete. Per tenere le cose al fresco non c’era il frigo, che produce ghiaccio, ma la ghiacciaia, dove il ghiaccio dovevi metterlo tu. Per le strade si girava con la topolino. Ci si conosceva a ritmo di un ballo in balera, ci si baciava nel buio del cinema, e si aveva freddo, a volte.
“Non ho scritto questo libro con nostalgia, forse c’è un certo rimpianto che è rimpianto della giovinezza… Ma fino a un certo punto! – ha spiegato il cantautore modenese durante un incontro a Rimini – Era tremendo da ragazzino infilare la maglia di lana, pizzicava dappertutto, ed era tremendo anche svegliarsi e non avere acqua corrente. Insomma, sono cose che guardo più con ironia che con nostalgia”.
La vita quotidiana degli italiani nell’immediato dopoguerra e prima del grande boom economico era caratterizzata da oggetti e situazioni che piano piano sono spariti o sono diventati altro. In questo libro Guccini raccoglie aneddoti, ricordi e sensazioni per fissare nella memoria un tempo che sembra lontano non pochi decenni ma diversi anni luce.
“L’idea non è nata da me, è venuta a un editor che mi ha proposto il progetto. Pensando alle cose perdute mi sono subito venute in mente le braghe corte che si portavano anche d’inverno e arrivavano a mezza coscia. Quelle al ginocchio erano da fighetti!”.
Un capitolo è dedicato ai cantastorie, di cui Francesco Guccini sembra portare avanti l’eredità.
“Da piccolo, quando li incontravo in piazza, esercitavano un grande fascino su di me, tanto che la mia tesi, mai fatta, doveva essere proprio sui cantastorie del Nord. Erano grandissimi personaggi, davvero professionali: sapevano come attirare la gente, portavano nelle piazze i fatti e le loro canzoni erano patrimonio dell’umanità, la gente le canticchiava senza neanche ricordarsi dove le avevano sentite. Con l’arrivo della tv i cantastorie hanno perso il loro fascino, così si sono messi a vendere fogli dove c’erano i testi delle canzoni che si ascoltavano per radio e le foto delle dive americane in costume: questi fogli si chiamavano Sorrisi e canzoni”.
Era il tempo dei primi chewingum. Dei caffè d’orzo. Del Flit.
Era il tempo delle balere.
“Io in balera non ballavo ma suonavo, quando ero studente. Dopo la guerra c’era una voglia di ballare incredibile, anche perché il ballo era un modo per conoscere persone dell’altro sesso. Io facevo l’orchestrale e l’orchestrale era un po’ come un marinaio: una donna in ogni balera! Avevo anche diritto a una consumazione. Non alcolica… Era una vita divertente da fare a vent’anni”.
Guccini confessa che avrebbe voluto intitolare il libro Quando al cinema pioveva, ed è proprio un capitolo dedicato al cinema a concludere il volume.
“Nelle sale di terza visione pioveva dentro e la pellicola si rompeva. Però si passavano bei momenti. Si poteva fumare e si vedevano i cerchi di fumo fondersi con le luci del videoproiettore. In galleria si andava con le morosine e le ultime file si trasformavano in alcove. Poi c’erano i cinema delle parrocchie dove passavano sempre Lassie o Berdette, o quelli specializzati in fughini… La televisione ha ammazzato tante cose e ha ammazzato anche il cinema”. Ma tra tanti film ce n’è uno a cui il cantautore è particolarmente legato. “Uno dei film che guardo più spesso è Amarcord. Ringrazio Federico Fellini, che ho incontrato una sola volta, un incontro fugace, di cinque minuti, in un ristorante di Roma”.

Da Fixing n.17
Foto Alessandro Carli

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23

Ci sono 36 persone collegate

Bookmark and Share


< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Breve bio (1)
Diario (18)
Flying on line (13)
I miei articoli su Fixing (125)
Laboratori e Incontri (34)
Letture e spettacoli (20)
Progetti per le scuole (3)
Setalux e i suoi protagonisti (7)
un po' di rassegna stampa... (8)

Catalogati per mese:
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più letti

Ultimi commenti:
Qui può trovare, inv...
23/04/2019 @ 18:47:48
Di Simona
L'articolo che lei c...
23/04/2019 @ 18:34:52
Di Simona
In quale libro o art...
16/03/2019 @ 10:39:25
Di Pietro Sarzana

Simona B. Lenic
Simona B. Lenic
Crea il tuo badge

diventa fan di Simona Lenic

Titolo
copertina (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!





10/12/2019 @ 11:14:33
script eseguito in 64 ms