Immagine
 copertina... di Admin
 
"
Il resto vi verrà chiaro lungo il cammino – aggiunse in fretta il vecchio – Leon, ricordati che il Cuore ama, non condanna. Matt, la Mente sa fare giuste domande ma raramente trova buone risposte. Joshua, la Fantasia non deve mai dimenticare la realtà. E tu Sfaira, tu sarai l’unica in grado di comprendermi”.

Setalux
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Simona (del 28/07/2013 @ 08:53:17, in Flying on line, letto 961 volte)

Il valore della bellezza.
Il lato oscuro dell'umorismo.
L'aspetto comico - ma non sempre - del fare la baby sitter.
Il fascino senza tempo dei giochi di prestigio.
E tra le rubriche di libri, videogiochi, film, fumetti, ricette e sport, un nuovo spazio dedicato ai telefilm
Anche questa volta la redazione Under 18 di Flying si è data da fare per offririvi una lettura piacevole, ma mai superificiale. Perché nonostante quello che si sente in giro, i ragazzi di oggi sanno essere davvero in gamba.
Il numero 12 di Flying lo potete sfogliare qui.
Buona lettura!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 24/07/2013 @ 08:22:13, in I miei articoli su Fixing, letto 915 volte)

Allontaniamoci dal mappamondo. E apriamo un libro come una mappa, puntando il dito sui luoghi citati, così come abbiamo puntato l’immaginazione sui volti dei personaggi.
Prendiamo “Il paziente inglese” – il libro di Michael Ondaatje (Garzanti), non il film di Anthony Minghella – e aggiriamoci per l’Italia. Cerchiamo le opere d’arte nascoste in santuari dimenticati. La chiesa gotica di Arezzo, gli affreschi di Piero della Francesca, la regina di Saba che conversa con il saggio re Salomone. E poi Monterchi, Cortona, Urbino, Sansepolcro, Anghiari, “cittadine-fortezze arroccate su alti promontori contese in battaglia sin dall’ottavo secolo ora (1944-1945 ndr) assalite, come niente fosse, dagli eserciti di nuovi re”. Fissiamo l’orizzonte di Gabicce Mare, come fece l’artificiere Kip, che invece del nemico vide emergere dalle onde la statua della Vergine Maria, portata da una barca - come un relitto, come un tesoro – e poi accompagnata tra le vie della città da un’orchestra muta. Seguiamo ancora Kip, il suo turbante, la sua storia di Sikh a servizio della corona inglese, e arriviamo fino a Roma, e nella Cappella Sistina cerchiamo il viso del profeta Isaia, la sua espressione “simile a una lancia, saggia e implacabile”. O entriamo nella Galleria Borghese, in silenzio davanti a “Davide con la testa di Golia” di Caravaggio, “la giovinezza che giudica la vecchiaia, il giudizio della propria mortalità”.
I più temerari possono spingersi oltre, superare i confini europei. Spingersi in Africa. Nel deserto tra Egitto, Libia e Sudan. Un pezzo di terra critico, che negli anni Trenta aveva abbattuto le frontiere, le etnie e le nazionalità, in nome dell’esplorazione, dell’avventura. Seguendo la mappa di Madox e Almasy tra gli alberi di acacia, alla ricerca dell’oasi di Zarzura, si arriva a scoprire la Caverna dei Nuotatori presso Gilf Kebir, perché dove ora c’è il deserto in un tempo remoto c’era un lago, e le figure dipinte sulla roccia ancora nuotano, ignare che il tempo sia passato, e l’acqua. Procedendo come turisti, spaventati e tesi, vi chiederete dove siano le nazioni tra le dune e i venti, lì dove riposano le voci di quegli antichi esploratori. Dove al tocco della morfina si risvegliano i ricordi del conte Almasy, l’avventuriero, il folle, il paziente inglese che inglese non è, l’uomo che non voleva più nazioni, perché in nome delle nazioni la guerra gli aveva portato via la donna che amava, l’unico amico e la pelle del corpo, ustionata, sottile, insensibile.
Seguiamo l’infermiera Hana sulle colline a nord di Firenze, dove gioca “alla settimana” nel buio di una stanza di Villa San Girolamo. Seguiamola nel frutteto dove ha piantato una croce rubata da una chiesa, per spaventare gli uccelli. Muoviamoci con lei che ha appena vent’anni ma ha lasciato il Canada, ha viaggiato attraverso l’Europa e le atrocità della guerra, per fermarsi in una villa bombardata, dove i libri servono a sostituire i gradini saltati in aria, ma anche “come unica via d’uscita alla segregazione”.
Mettiamo da parte il film vincitore di 9 premi Oscar, e seguiamo lo scrittore Michael Ondaatje. La sua storia meno sentimentale, e più lirica, violenta, ricca di sfumature, di alberi nostrani contro cui si rompevano le seghe perché pieni del piombo delle pallottole. Ricca di amore profondo per i libri, per le parole, perché “le parole hanno potere”. Un romanzo che racchiude un incontenibile stupore davanti a ciò che di meraviglioso l’uomo sa creare - i dipinti, la poesia – e davanti a ciò che di vergognoso sa escogitare, le esplosioni atomiche di Hiroshima e Nagasaki.
Un viaggio sulla terra che ci appartiene. Su terre esotiche e nervose. Ma soprattutto un viaggio negli spazi che scorrono tra gli individui, alla ricerca di una mitica caverna, o di quel perduto lago d’acqua azzurra, che ancora si nasconde nelle profondità di ogni deserto umano.

Da Fixing n. 22

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 21/07/2013 @ 08:36:18, in Flying on line, letto 804 volte)

La redazione Under 18 di Flying varca i confini dell'universo, dedicando l'undicesima uscita della rivista alla fantascienza, con tanto di omaggio all'immortale Doctor Who, e ponendosi la grande domanda su quale sia il rapporto tra scienza e fede.
A riportarci alla realtà di tutti i giorni ci pensano invece gli articoli dedicati alla tecnologia e ai dolci provenienti da tutto il mondo, oltre alle consuete rubriche su film, libri, sport, fumetti, videogiochi e ricette.
Tutto tranquillamente sfogliabile qui.
Buona lettura!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Simona (del 19/07/2013 @ 08:00:28, in I miei articoli su Fixing, letto 911 volte)

 

Sotto il sole d’estate anche la cultura si spoglia. Diventa più allegra. Scende sulla spiaggia, in mezzo alla gente. Come dimostrano due iniziative molto diverse tra loro, ma entrambe di scena a Rimini: da una parte l’esordiente ScriviRimini, premio letterario che animerà la Darsena dal 19 al 21 luglio all’insegna della scrittura, della lettura ma anche dello svago; dall’altra parte una delle grandi conferme dell’estate in Riviera, Cartoon Club, la manifestazione che fino al 28 luglio renderà Rimini la città del fumetto, una delle forme culturali più espressive e di tendenza di oggi, nonostante ci sia ancora chi lo rileghi a passatempo per bambini.

ScriviRimini
Laboratori di scrittura e lettura per i più piccoli, un incontro dedicato alla scrittura e alla pubblicazione rivolto agli adulti, ma anche mostre, sport e spettacolo. Queste sono le caratteristiche del premio letterario ScriviRimini, che ha scelto la Darsena come ambientazione per questa sua prima edizione (19-21 luglio). Tre giornate dedicate ad attività e workshop, che avranno culmineranno con la proclamazione dei vincitori del premio, scelti da una giuria presieduta dalla giornalista Rai Rossana Cancellieri. Il comico Carmine Farmaco di Colorado Cafè presenterà la prima serata, mentre sabato sera la scrittrice Catena Fiorella – madrina dell’evento – dividerà il palco con il conduttore Massimo Giletti e con l’attore Sebastiano Somma, che leggerà stralci dei romanzi in concorso.
I sei finalisti della sezione editi sono: La nostra Africa di Michelangelo Bartolo, Blu Principe di Alessandra Burzacchini, Conegrina a Colazione di Giovanni Cerruti, Loro parlano con i tacchini di Carlo Corda, Fai sbocciare un fiore nella notte di Raffaele Cortollessa, Una Stella in Trincea di Alessandro Demaria. Tra gli inediti sono invece stati selezionati: Il sorriso di Hans di Giuseppe Barcellona, Io Faust di Antonio Giordano, Nebbia di Daria Romanini, Al suon dell’oro di Angelo Tecchi.
“Come prima edizione, non ci aspettavamo una larga partecipazione – commenta Mirella Guzzo, presidente della casa editrice Miremi, nonché ideatrice e direttrice dell’evento - Sono felice, invece, di constatare che ci siano tante persone che amano la scrittura e la esercitano con passione. Ringrazieremo tutti coloro che hanno inviato le proprie opere con una pergamena di partecipazione”.

Cartoon Club
A pochi passi dalla Darsena troviamo invece la stessa spiaggia, ma altre letture.
Se per voi la tavola non è apparecchiata, ma disegnata. Se le parole scritte non bastano mai, perché hanno bisogno di qualcosa di più per farle vivere. Se sapete che baloon non è una parolaccia, ma la possibilità che hanno gli eroi di comunicare col resto del mondo. Allora tenetevi pronti, liberi e possibilmente con una matita in mano, perché dal 4 al 28 luglio riparte Cartoon Club, festival internazionale del cinema d’animazione e del fumetto. Dal mare al centro storico, il festival invaderà la città con eventi e mostre. Fino a sbocciare nella kermesse di RiminiComix, che dal 18 al 21 luglio occuperà piazza Fellini con una grande mostra scambio, uno stage di fumetto, gli incontri con autori e disegnatori di “Fumetti on the beach” (iniziativa che si svolgerà dal 19 al 21 luglio, dalle 10 alle 12 al Bagno 34) e appuntamenti dedicati a Zagor, Dampyr e Dragonero. Tra mostre, riunione dei Cosplay, proiezioni e musica, un ruolo fondamentale verrà giocato dalla lettura. Al Barge si terrà, infatti, un reading che si preannuncia di grande effetto, perché a leggere stralci de “Il signore degli anelli” interverranno i doppiatori italiani della trilogia cinematografica tratta dal capolavoro di Tolkien (sabato 20 luglio ore 21.30).
Per saperne di più su programma e appuntamenti: www.cartoonclub.it

Da Fixing n. 26


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

Ci sono 22 persone collegate

Bookmark and Share


< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Breve bio (1)
Diario (18)
Flying on line (13)
I miei articoli su Fixing (109)
Laboratori e Incontri (34)
Letture e spettacoli (20)
Progetti per le scuole (3)
Setalux e i suoi protagonisti (7)
un po' di rassegna stampa... (8)

Catalogati per mese:
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017

Gli interventi più letti

Ultimi commenti:
If some one desires ...
14/10/2017 @ 21:55:11
Di ray ban sunglasses sale
Meraviglia Simo!Graz...
30/06/2017 @ 17:38:53
Di Loretta
Mi piace molto il tu...
09/02/2017 @ 07:05:18
Di Omar Vulpinari

Simona B. Lenic
Simona B. Lenic
Crea il tuo badge

diventa fan di Simona Lenic

Titolo
copertina (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!





20/10/2017 @ 08:46:04
script eseguito in 41 ms