\\ Home Page : Articolo : Stampa
Uno sguardo per il nuovo anno
Di Simona (del 31/12/2009 @ 12:18:56, in Diario, letto 1052 volte)
Mi hanno insegnato che il cielo è meraviglioso. Più meraviglioso di quanto la nostra vista possa raccontarci. Il cielo è uno splendido arazzo di cui noi vediamo  il retro. Da qui si vedono solo i punti del ricamo, non il suo disegno. Eppure quei punti sono meravigliosi. Quei punti sono le stelle e sono tra le cose più belle che ci stanno intorno. La bellezza è lì. Ma non solo. La bellezza è nel mare, anche nel mio, che per quanto scuro e bistrattato è una vastità e una potenza che non si doma, si può solo rispettare. E accanto al mare e alle stelle appoggio il tramonto e tutti i suoi colori, anche quelli che non ho visto perché in quei giorni ero troppo presa da questioni e passioni. Vicino al mare, alle stelle e al tramonto, ci metto tutte le risate, i momenti pieni di baci e abbracci, la necessità di solitudine di certe giornate, tutte le volte che affacciandomi alla finestra ci ho visto un mondo, e le volte in cui quel mondo era davvero troppo. E poi gli amici, la famiglia, il grande amore e tutte quelle cose che dicono che non esistano più, che le soap hanno contribuito a banalizzare, che i potenti della terra utilizzano come slogan. Ma per me esistono davvero, non sono banali, non sono uno slogan. Solo bisogna accettare che non sono trascurabili, che non si possono dare per scontati, che richiedono impegno e dedizione e qualche “io” e “mio” in meno. Bisogna accettare che la bellezza ha bisogno di uno sguardo in grado di coglierla. E che la bellezza del nuovo anno sarà dove lo sguardo saprà raccoglierla.