Immagine
 copertina... di Admin
 
"
Il resto vi verrà chiaro lungo il cammino – aggiunse in fretta il vecchio – Leon, ricordati che il Cuore ama, non condanna. Matt, la Mente sa fare giuste domande ma raramente trova buone risposte. Joshua, la Fantasia non deve mai dimenticare la realtà. E tu Sfaira, tu sarai l’unica in grado di comprendermi”.

Setalux
"
 
\\ Home Page : Articolo
Ma quanto leggono i ragazzi di oggi?
Di Simona (del 24/06/2009 @ 18:17:49, in I miei articoli su Fixing, letto 1783 volte)

Dal mese di giugno è iniziata la mia collaborazione con Fixing, il settimanale di economia di Assindustria della Repubblica di San Marino. Sullo Speciale Cultura terrò ogni mese una rubrica dedicata alla narrativa, a chi i libri li scrive, ma soprattutto a chi come me ama leggerli. Segnalerò libri e frasi che mi hanno colpita, dialogherò di scrittura e letture con autori ed esperti, cercando insieme nuove pagine e tutto ciò che sta tra le righe. La rubrica avrà ogni mese un filo conduttore, che in questo primo numero è un argomento caro non solo agli appassionati del genere ma a tanti giovani, genitori, insegnanti ed educatori: la letteratura per ragazzi.

Chi crede che i giovani d’oggi siano tutti bulli, sbandati e superficiali, che apprezzino solo videogiochi e scherzi al limite della legalità, dovrebbe fare un giro a “Mare di libri” un festival dedicato alla letteratura per adolescenti che si svolge a Rimini dal 12 al 14 giugno. Quest’anno è alla sua seconda edizione e io ho avuto il piacere di partecipare anche alla prima e di vedere con i miei occhi ragazzi di 15 anni seduti sui gradini di antichi palazzi discutere animatamente di autori del calibro di Licia Trosi e Aidan Chambers. Ho visto i nasi di lettori navigati – rigorosamente sotto i venti - arricciarsi solo a sentir parlare di Federico Moccia. E ho visto platee di teatro piene per gli autori del momento. Anche questi sono i giovani. Anche queste scene sono da riprendere con il telefonino e caricare su youtube. Ho il privilegio di lavorare spesso con i ragazzi, e basta davvero una piccolissima spinta perché inventino racconti bellissimi, scenette e addirittura canzoni. E basta poco perché si appassionino alla lettura. Il più delle volte è sufficiente scegliere il libro giusto. Fino ai primi anni Ottanta la letteratura per ragazzi corrispondeva soprattutto ai grandi classici, da L’isola del tesoro a Ventimila leghe sotto i mari, ora c’è una vasta scelta di romanzi, saghe e graphic novel. Un vero e proprio mondo. E definire un mondo, con le sue complessità, le sue eccezioni e le immancabili contraddizioni, non è affatto semplice. Così mi sono rivolta a un’esperta in questo campo: la scrittrice, traduttrice (chi non conosce l’inglese deve a lei la possibilità di gustarsi una lettura come Harry Potter) ed editor della Rizzoli, Beatrice Masini.
“La letteratura per ragazzi comprende tutti i libri che parlano di ragazzi e ai ragazzi. Senza abbassare i registri linguistici e proponendo anche lavori complessi, chi scrive per ragazzi mette al centro della narrazione elementi e temi cari ai più giovani, situazioni in cui identificarsi o scoprire realtà nuove. Ed è una letteratura adatta anche agli adulti, anche come momento di condivisione con i propri ragazzi”.
I ragazzi amano le storie che parlano di loro, storie in cui possono riconoscersi, ma anche storie che li aiutano a scoprire qualcosa del mondo che li circonda, perché le domande che si pongono sono infinite e spesso non sanno dove andare a prendere le risposte. Può una lettura suggerire queste risposte?
“Un libro deve far nascere domande, più che dare risposte. Il libro non è un conforto, né un rifugio: oggi l’essere sociale pervade tutto, anche la lettura, tanto che spesso anche giocare ai videogiochi diventa un momento di condivisione, più o meno superficiale. Il libro non è una via di fuga dalla realtà ma semmai un modo di guardarla, conoscerla e scoprirla”.
Le case editrici investono tanto sulla letteratura per ragazzi per motivi puramente commerciali o c’è anche un fine “pedagogico”, un tentativo cioè di istruzione alla lettura sin da giovani?
“Chi si occupa di libri per ragazzi dovrebbe aver chiaro questo messaggio: tu stai gettando i semi per crescere i lettori di domani. Ma non sempre è così. L’uscita di Harry Potter ha fatto scoprire una fetta di mercato che già c’era ma che non si pensava tanto forte. Questo ha portato alla pubblicazione di sin troppi libri, con alcuni prodotti pensati solo per riempire vuoti di mercato. È una situazione complessa in cui è importante il consiglio di un libraio attento e preparato per orientarsi nella scelta”.
I libri per ragazzi sono prodotti ben curati, con illustrazioni impeccabili, copertine accattivanti, un’attenzione per i particolari che supera anche i libri destinati agli adulti. Indice che i giovani lettori sono più attenti alle sfumature o cedono più facilmente a un marketing accurato?
“In realtà è difficile capire cosa affascina i ragazzi e questa imprevedibilità è uno degli aspetti più stimolanti del mio lavoro. Spesso le copertine sono scelte nel tentativo di educare al gusto, sperando che proponendo qualcosa di bello il lettore sia poi spinto a cercare e riconoscere sempre il bello. Per far capire che il libro è anche un oggetto, da tenere tra le mani, sfogliare e toccare”.
Da Fixing n.22-2009

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Inserire il codice AntiSpam This Is CAPTCHA Image


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Ci sono 11 persone collegate

Bookmark and Share


< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Breve bio (1)
Diario (18)
Flying on line (13)
I miei articoli su Fixing (125)
Laboratori e Incontri (34)
Letture e spettacoli (20)
Progetti per le scuole (3)
Setalux e i suoi protagonisti (7)
un po' di rassegna stampa... (8)

Catalogati per mese:
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Gli interventi più letti

Ultimi commenti:
Qui può trovare, inv...
23/04/2019 @ 18:47:48
Di Simona
L'articolo che lei c...
23/04/2019 @ 18:34:52
Di Simona
In quale libro o art...
16/03/2019 @ 10:39:25
Di Pietro Sarzana

Simona B. Lenic
Simona B. Lenic
Crea il tuo badge

diventa fan di Simona Lenic

Titolo
copertina (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!





19/07/2019 @ 09:44:55
script eseguito in 56 ms