Immagine
 copertina... di Admin
 
"
Il resto vi verrà chiaro lungo il cammino – aggiunse in fretta il vecchio – Leon, ricordati che il Cuore ama, non condanna. Matt, la Mente sa fare giuste domande ma raramente trova buone risposte. Joshua, la Fantasia non deve mai dimenticare la realtà. E tu Sfaira, tu sarai l’unica in grado di comprendermi”.

Setalux
"
 
\\ Home Page : Articolo
Compagni di viaggio per vacanze alternative
Di Simona (del 31/07/2009 @ 11:13:22, in I miei articoli su Fixing, letto 1323 volte)
 
Un libro è un ottimo compagno di viaggio. Sempre presente ma non ingombrante. Rende meno monotono il volo ma soprattutto la sua attesa. Ti sta vicino quando non riesci a dormire perchè la vacanza non dura abbastanza da abituarti al letto dell’albergo.  Diventa tuo complice e nasconde il tuo sguardo quando vuoi scrutare qualcosa o qualcuno senza farti notare. E poi, ti fa ridere anche quando non c’è proprio niente da ridere, perché sei fermo immobile nell’autostrada di un week end a bollino rosso. Ti racconta il paese in cui ti trovi senza trattarti da turista. E se invece è una di quelle estati in cui resterai a casa, facendo con gusto tutto quello che non hai mai tempo di fare, anche in questo caso il libro non ti lascia solo: ti prende per mano e ti porta a fare un giro altrove, in altre storie, e vite, tra altri amori o guerre.
Qualsiasi tipo di viaggiatore voi siate, mentre fate le valigie non dimenticate di portarvi dietro un buon libro. Quello che volete, quello di cui avete voglia perché siete in vacanza e in vacanza uno deve dedicarsi a se stesso, magari partendo proprio dalla scelta del libro.
C’è un mondo di libri che raccontano il mondo. E lo raccontano con un’onestà e una profondità lontana da ogni fiction. Basta leggere un libro di Salvatore Niffoi – di cui è da poco uscito “Il pane di Abele” (Adelphi) – per scoprire una Sardegna che non finisce sulla costa, che va più dentro, nella Barbagia, nelle tradizioni, nelle sue bellezze, e nella crudezza, fino alla radice più incontaminata di questa terra: il suo idioma.
Chi invece non sopporta il caldo e la vera vacanza è solo al fresco, può portare con sé “Il concerto dei pesci” del Premio Nobel Halldòr Laxness (Iperborea), ambientato molto più su delle Alpi, ancora più in alto della Scandinavia: in Islanda. E se qualcuno andasse in vacanza proprio nel paese del Sole di Mezzanotte, potrebbe divertirsi a trovare somiglianze e differenze tra il paese di oggi e quello di inizio Novecento raccontato nel libro, perché se Reykjavik è una capitale europea così come ce la si aspetta, piena di vita e iniziative, hotel e commerci, il resto dell’Islanda è un incanto primitivo, nei luoghi e nella gente. Le fattorie con i tetti in torba di cui parla Laxness ci sono ancora e accolgono i turisti, e c’è anche l’antica ospitalità, semplice ma sentita. E ci sono ancora quei personaggi stravaganti e affascinanti, un po’ separati dal mondo e fieri di esserlo, perché la stranezza è una forza quando diventa peculiarità. La bellezza di viaggiare con i libri è anche che puoi passare dall’estremo nord all’estremo sud nel giro di un autore, basta lasciare Laxness per Luis Sepulveda e ci troviamo nella Terra del Fuoco. “Patagonia Express” (Guanda) ci porta in un mondo arido, brullo, frastagliato, con il mare che domina su tutto e individui legati alla terra in maniera quasi mistica. Basta cambiare un autore e ci si ritrova dalla capitale più a nord d’Europa, Reykjavik, con le case dai tetti colorati, a Ushuaia, la città più a sud della terra, con le sue case dai tetti in lamiera. “In Patagonia” è anche il titolo del libro di Bruce Chatwin che ha ispirato autori, scrittori e viaggiatori. Ed è sempre con Chatwin che si può decollare per l’Australia, per percorrere “Le vie dei canti”. Un sogno.
E a chi invece non parte, non deve fare valigie, code in auto o check in, non resta che consultare “101 cose da fare in Romagna” di Elisa Genghini (Newton Compton) perché c’è tanto da fare, vedere e scoprire anche a due passi da casa.

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
# 1
Consiglio anche "Il mondo alle fine del mondo" di Luis Sepùlveda.
Di  Naty  (inviato il 31/07/2009 @ 12:04:09)
# 2
Bello il mondo alla fine del mondo! Tra l'altro, se non sbaglio, poi ci hanno fatto questa canzone qui
http://www.youtube.com/watch?v=PgnLSnR9uc0
Di  Willy l'Orbo  (inviato il 04/08/2009 @ 20:08:33)
# 3
Willy, sei un mito!!! Quando ho visto il video mi sono resa conto che io questa cosa me la ricordo! Non mi ricordo i compleanni dei miei migliori amici, faccio fatica a ricordarmi pure il mio, ma mi ricordo di questa performamce. Strani meccanismi hanno i ricordi...
Di  Simona  (inviato il 05/08/2009 @ 09:11:04)
# 4
Acc... dov'ero quando tutto questo è accaduto? E come mai un piccolo gioiello come 'Il mondo alla fine del mondo' può scatenare certi collegamenti?
Di  Loris  (inviato il 05/08/2009 @ 11:25:06)
# 5
Solo una persona al mondo può spiegare perchè avvengano simili collegamenti..
http://www.youtube.com/watch?v=utI2pG5rM0M
Di  Willy l'Orbo  (inviato il 05/08/2009 @ 11:59:07)
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Inserire il codice AntiSpam This Is CAPTCHA Image


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Ci sono 49 persone collegate

Bookmark and Share


< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Breve bio (1)
Diario (18)
Flying on line (13)
I miei articoli su Fixing (125)
Laboratori e Incontri (34)
Letture e spettacoli (20)
Progetti per le scuole (3)
Setalux e i suoi protagonisti (7)
un po' di rassegna stampa... (8)

Catalogati per mese:
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più letti

Ultimi commenti:
Qui può trovare, inv...
23/04/2019 @ 18:47:48
Di Simona
L'articolo che lei c...
23/04/2019 @ 18:34:52
Di Simona
In quale libro o art...
16/03/2019 @ 10:39:25
Di Pietro Sarzana

Simona B. Lenic
Simona B. Lenic
Crea il tuo badge

diventa fan di Simona Lenic

Titolo
copertina (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!





14/11/2019 @ 11:45:31
script eseguito in 58 ms