Immagine
 copertina... di Admin
 
"
Il resto vi verrà chiaro lungo il cammino – aggiunse in fretta il vecchio – Leon, ricordati che il Cuore ama, non condanna. Matt, la Mente sa fare giuste domande ma raramente trova buone risposte. Joshua, la Fantasia non deve mai dimenticare la realtà. E tu Sfaira, tu sarai l’unica in grado di comprendermi”.

Setalux
"
 
\\ Home Page : Articolo
In ascolto
Di Simona (del 16/05/2017 @ 08:57:12, in I miei articoli su Fixing, letto 321 volte)

 Quando si vuole conoscere meglio qualcuno, il modo più efficace è ascoltarlo.
Non solo ascoltare i suoi discorsi, ma mettersi in ascolto dei suoi gesti, delle parole trattenute, di quelle nascoste.
Prendete una donna. Prendete la donna che vi sta accanto, che sia vostra moglie, o la mamma, che sia un’amica o vostra sorella.
Potete conoscere i ricordi che lei è disposta a condividere con voi. Nel caso di una mamma potete elencare le regole che vi ha dato nel corso della vostra vita. E chi è stato più attento potrà ripescare dalla memoria i suoi consigli, anche se non li ha ascoltati. Potete essere così certi della risposta che vi darà a una domanda, da non porgliela nemmeno. Eppure, chi avete davanti rimarrà comunque un mistero, se non deciderete di ascoltare.
Tenendo bene a mente che “Sentire è facile perché esercizio dell’udito, ma ascoltare è un’arte perché si ascolta anche con lo sguardo, con il cuore, con l’intelligenza”, come scrive il saggista Enzo Bianchi.
Quando si vuole conoscere il mondo di una donna, il primo passo è il silenzio.
Silenzio su come appare, perché sicuramente è molto più forte - o fragile - di quello che mostra. Silenzio su tutto ciò che in lei trovate banale, perché non esiste qualcuno di ordinario sulla terra, ma se anche ci fosse non sarebbe una donna.
Quando il silenzio è stato fatto, allora l’ascolto ha inizio.
Il modo in cui cammina. I prodotti che compra quando fa la spesa. Le sue letture. La capacità di cucinare, o di cantare, o di parlare. L’innata abilità di aggiustare. Le foto che tiene sul comodino. La sua risata spontanea, e quella che usa quando non vuole offendere qualcuno. Questo può raccontarti una donna, senza nemmeno dire una parola. È facile da vedere, è sotto gli occhi di chi le sta accanto, ma per lo più si è impegnati in altro.
Come ha scritto il giornalista statunitense Patrick Jake O’Rourke, “Tutti vogliono salvare la terra, nessuno vuole aiutare la mamma a lavare i piatti”.
Conoscere qualcuno comporta che si sia interessati a farlo. Comporta impegno. Ma soprattutto comporta accettare di mettere da parte qualcosa: quello spropositato ego, che ci fa vedere gli altri come semplici proiezioni di noi stessi, delle nostre antipatie o simpatie, dei nostri limiti o delle nostre fortune.
Ma se si decide di fare un passo al di là di se stessi, allora l’incontro è possibile. E “tutto quel che ha valore è il prodotto di un incontro” (Simone Weil).

Simona Bisacchi, da Fixing

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
# 1
Meraviglia Simo!
Grazie 😊.
Di  Loretta  (inviato il 30/06/2017 @ 17:38:53)
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Inserire il codice AntiSpam This Is CAPTCHA Image


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Ci sono 50 persone collegate

Bookmark and Share


< dicembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Breve bio (1)
Diario (18)
Flying on line (13)
I miei articoli su Fixing (110)
Laboratori e Incontri (34)
Letture e spettacoli (20)
Progetti per le scuole (3)
Setalux e i suoi protagonisti (7)
un po' di rassegna stampa... (8)

Catalogati per mese:
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017

Gli interventi più letti

Ultimi commenti:
Meraviglia Simo!Graz...
30/06/2017 @ 17:38:53
Di Loretta
Mi piace molto il tu...
09/02/2017 @ 07:05:18
Di Omar Vulpinari
Un piacevole impegna...
10/11/2016 @ 08:13:50
Di Moorow

Simona B. Lenic
Simona B. Lenic
Crea il tuo badge

diventa fan di Simona Lenic

Titolo
copertina (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!





15/12/2017 @ 11:23:56
script eseguito in 43 ms